Informazioni utili, curiosità e vita di bordo

TORNA ALLE INFORMAZIONI UTILI

Vita di Bordo

Uno stile da amare. E' l’ultima moda in fatto di vacanze in barca a vela, ma è anche uno stile di vita e un punto di vista diverso sul mondo. Dopo “Luna Rossa” gli Italiani riscoprono il mare in barca a vela e non solo. Quando ti trovi a bordo di una barca a vela il tempo scorre in modo diverso: se ne accorgono ben presto anche i velisti per caso, quelli tentati per la prima volta da questo tipo di crociera che tanto attrae per il suo fascino romantico, l’accattivante promessa di libertà che solo una barca a vela, che scivola silenziosa tra mare e cielo, può dare. Forse è proprio per il silenzio, intuito tra lo sciabordio delle onde e le grida dei gabbiani, che il tempo in barca muta la sua sostanza e diventa leggero e si dilata fino a perdere ogni urgenza. Quando sali a bordo, ogni abitudine terrestre, ogni premura diventano superflue, perché il mare e il vento impongono il loro ritmo e pian piano ti accorgi che esiste un modo diverso di sentire il mondo, e di sentire se stessi e gli altri. Sarà perché dal mare lo sguardo abbraccia ogni cosa, e la terra e il suo caos appaiono così distanti; d’un tratto ti accorgi che davvero è possibile allontanarsi, e senza fare troppo strada già a poche miglia dalla costa ogni problema, ogni stress svaniscono. Persino gli altri passeggeri, quelli con cui condividi la tua permanenza a bordo, ti sembreranno diversi.

vacanze in barca a vela

E’ risaputo che in barca possono nascere grandi amicizie, di quelle che durano tutta la vita o al contrario possono rompersi quelle credute tali. Comunque avviene quasi sempre che amici conosciuti da anni, svelino insospettati aspetti della loro personalità, perché quando si convive in uno spazio ristretto come quello di bordo per un po’ di tempo é difficile nascondere pregi e difetti del proprio carattere.  Ma a dispetto del fatto che chiunque ormai si possa avventurare in questo tipo di viaggio così particolare, la crociera in barca a vela non è per tutti: nonostante il sempre maggior numero di barche in giro per i nostri mari non si tratta di una vacanza di massa da consumare “mordi e fuggi”, come spesso avviene tra il popolo dei vacanzieri d’agosto. La vita di bordo, infatti, impone un proprio stile capito e rispettato da tutti coloro che amano la vela, le barche e il mare; richiede una certa dose di adattabilità e di tolleranza sia per la particolarità del mezzo che può muoversi principalmente grazie alle vele, che per la mutevolezza dell’elemento su cui si viaggia. E naturalmente per la condivisione dello spazio con altre persone che a volte neppure si conoscono.

Noleggio barca a vela

La cosa ha comunque dei risvolti positivi quando ci si ritrova ad andare in crociera da soli, e si incontra così una compagnia di gente che ha i nostri stessi gusti in fatto di vacanze. A bordo è quasi d’obbligo (quando non è un piacere) rinunciare al superfluo di bagagli ingombranti o di scarpe e vestiti inadeguati, dato che gli spazi delle cabine non sono quelli di casa; un abbigliamento comodo e sportivo è sempre consigliato. Va poi detto che, non essendo la barca che ci ospita un albergo ma un mezzo che si muove sull’acqua, conviene dimenticare gli orari che tanto ci premono quando siamo sulla terraferma: l’ora del pranzo e della cena, così come l’ora di arrivo su un’isola o in porto dipendono dalle condizioni del mare e del vento e sono quindi variabili. Spesso, quando a bordo è presente solo lo skipper, è gradito un minimo di collaborazione da parte degli ospiti alle manovre di bordo, quali l’ormeggio o semplicemente l’apertura delle vele. Per chi invece non si sente di navigare autonomamente, né conosce le rotte dei paesi da visitare, esiste la possibilità di noleggiare l’imbarcazione direttamente nella meta prescelta, con tanto di equipaggio a bordo: in genere è composto da due o più persone (dipende dalla grandezza della barca) che sono il comandante o skipper, e l’ hostess o il secondo che si occupano di tutte le manovre e le incombenze di bordo quali la navigazione, il riordino della barca e la preparazione dei pasti. L’equipaggio si prende cura degli ospiti e poiché conosce bene le rotte e i luoghi percorsi, permette di navigare in sicurezza e visitare anche i posti più particolari, le mete turistiche sconosciute ai più. Di sicuro è un genere di viaggio che all’emozione della scoperta dei luoghi, raggiunti percorrendo le inusuali vie del mare, aggiunge la possibilità di cimentarsi in prima persona nelle attività veliche, se si ha voglia di fare. Oppure di godere il sole, vento e mare tanto desiderati a terra, in totale relax, lontano dalla calca e dal rumore anche nei più affollati periodi estivi.

L’elemento Avventura è sempre presente: a differenza delle classiche crociere in nave, l' ospite può prendere parte attiva al viaggio decidendo insieme al comandante la rotta del giorno, timonando o regolando l’assetto delle vele se ne è capace; e scoprendo nel contempo i magici luoghi di terra e di mare attraverso il contatto diretto con la natura e suoi elementi.Giungere a vela nel silenzio di una rada dall’acqua cristallina, godendo subito dei profumi, colori e sapori del posto, non è lo stesso che arrivare a terra a bordo di una grande nave o di un traghetto che attraccano in un porto rumoroso e affollato. Esistono inoltre luoghi, meravigliosi angoli di costa o isolate baie di isole che si possono raggiungere solo a bordo di una barca, rimanendo in rada anche tutta la notte se il tempo lo consente, risvegliandosi poi al mattino nel pieno spettacolo della natura e del mare. La vita di bordo si svolge così, nel  rispetto dei ritmi naturali di ognuno: tra una veleggiata e un pisolino si può nuotare, pescare, prendere il sole e naturalmente scendere a terra quando, e se, se ne ha voglia, per scoprire il mistero delle terre e delle genti di mare. Un incantesimo che si rinnova ogni volta, in ogni luogo conosciuto e non, anche per i naviganti che da anni ripercorrono le stesse rotte.

TORNA ALLE INFORMAZIONI UTILI